Formafantasma

Palazzo Clerici, Brera design District Milano. Un’imponente scala e pochi rumori che si allontanano ad ogni gradino, lascio così alle mie spalle l’allestimento in progress della scenografica installazione di Nike. Al piano superiore mi attendono, dopo una rapida occhiata al mio memorandum, molte realtà interessanti. Una di queste è Formafantasma.

Simone Farresin Andrea Trimarchi @ Cristina Galliena Bohman

Simone Farresin Andrea Trimarchi alias Studio Formafantasma

Studio Formafantasma, cioè Andrea Trimarchi e Simone Farresin li ho conosciuti non a caso durante un Salone del mobile, presso la Galleria Rossana Orlandi, dove erano presenti con il progetto Autarchy. Gli anni sono passati, ma quando ti avvicini alle loro installazioni, che si trovino nella grande sala di un sontuoso palazzo Milanese o nell’affollato basament di una delle Gallerie più famose la sensazione è sempre la stessa: gli oggetti sembrano parlarti, avvalendosi di tutti i codici comunicativi di cui Andrea e Simone li hanno dotati. Osservarli richiede calma, pazienza, silenzio e attenzione e quando “faccio i miei giri” non chiedo altro.

Ho visitato questa location nel pomeriggio, consapevole di essere in anticipo sulla tabella di marcia, l’evento inaugurale sarebbe infatti stato la sera stessa. Fortunatamente “De natura fossilium“, questo il nome del progetto presentato da Formafantasma, era ultimato in ogni sua parte. Sono riuscita a scattare un ritratto ad Andrea e Simone prima che gli ultimi impegni per l’organizzazione della serata li “rapissero”.

Ho poi proseguito con l’assistente di Andrea e Simone, parte attiva del progetto, che mi ha accompagnata con entusiasmo attraverso le tappe di questo viaggio iniziato dopo l’eruzione dell’Etna nel novembre 2013. Come scrivono nella cartella stampa: “L’Etna è una miniera senza minatori – essa si sta scavando per esporre le sue materie prime.” Loro hanno accolto questo invito e iniziato un dialogo con queste ultime, rifiutando “lo spettacolo come intrattenimento turistico”. La lava e le materie prodotte dall’eruzione vengono così nuovamente fuse, soffiate, tessute e fresate.

L’indagine attiva di Formafantasma ha come frutto oggetti che ricalcano le culture, le forze della natura e il paesaggio tipici di questa Sicilia segnata dalle eruzioni.

Monti Silvestri clocks Formafantasma @ Cristina Galliena Bohman

Monti Silvestri orologi decostruiti in tre piastre orizzontali di basalto per rappresentare ognuna il passare delle ore, minuti
e secondi. Un movimento d’ottone gira intorno alle piastre, spostando tre diverse età di sabbia vulcanica che sono stati campionati da tre siti differenti su Stromboli.

Monti Silvestri clocks Formafantasma @ Cristina Galliena Bohman

Lipari and Stromboli bowls Formafantasma @ Cristina Galliena Bohman

Lipari e Stromboli ciotole

Iddu mirror  Formafantasma@ Cristina Galliena Bohman

Iddu specchio. Fondendo le rocce per riportarle allo stato fuso originario invertono la timeline naturale del materiale forzando un dialogo tra ciò che è naturale e ciò che è artificiale. Nasce così un nero specchio di ossidiana che è sospeso su una struttura in ottone.

Big Pillar table Efesto and Athena textilesSmall Pillar table Formafantasma @ Cristina Galliena Bohman

Big Pillar tavolo, alle spalle Efesto e Athena arazzi. Questi tessuti rimangono ai miei occhi ancora una sorpresa. Pensare che anch’essi derivino dalla lavorazione della fibra vulcanica mi ha lasciata incredula.  Gli arazzi raffigurano divinità mitologiche greche sull’Etna e strati geologici visti al microscopio.

Small Pillar table Formafantasma @ Cristina Galliena Bohman

Small Pillar tavolo. Dichiarato omaggio a Ettore Sottsass, grande maestro del design italiano, dove volumi vengono scolpiti dal basalto e abbinati ad elementi in ottone. Sullo fondo una delle foto di Luisa Zanzani, da tempo collaboratrice di Formafantasma, che ha ritratto varie fasi dell’eruzione. Le sue immagini, che accompagnano ogni elemento del progetto, rendono tangibile e viva l’esperienza vissuta dallo Studio.

Tutte le opere fanno parte di un’edizione, disponibile esclusivamente attraverso Gallery Libby Sellers, Londra. Ufficio stampa dell’evento PS-design consultants.

Share this on
Follow us on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *